Contadini

 

Logo ContadiniI Contadini, contraddistinti dal fazzoletto di colore verde, sotto la Varia occupano una delle travi laterali. Il giorno della festa si ritrovano per tradizione all’esterno della chiesa di Maria Santissima del Rosario e, da lì, si incamminano poi verso il centro della città per unirsi al corteo.

La corporazione dei Contadini, ovviamente, nel passato raggruppava coloro che, privi degli strumenti moderni, lavoravano quotidianamente nei campi con fatica e dedizione. Oggi, come normale, questa forte caratterizzazione non esiste più e al suo interno la corporazione, come del resto tutte le altre, raccoglie anime diverse. Il legame con i valori semplici di un tempo, quelli strettamente connessi alla gente che viveva di agricoltura, però, ha ancora un forte significato.

È per questo che le manifestazioni organizzate durante l’anno contengono sempre un richiamo al passato. Dal museo della civiltà contadina ai giochi popolari, dalla riscoperta degli antichi detti alle rappresentazioni della vendemmia nelle sue diverse fasi antiche. Senza dimenticare il campo della solidarietà e dell’impegno sociale.

Riportare in luce il passato – secondo la visione della corporazione – non è un modo per respingere il presente e sbarrare la strada a tutto ciò che è diverso. Al contrario, è il tentativo di sottrarre all’oblio i gesti e l’ambiente semplice della vita contadina, convinti della bontà di un patrimonio inestimabile. Un patrimonio fatto di ricordi e tradizioni che i Contadini credono debba essere presentato come elemento di ricchezza nell’incontro positivo con la diversità multiculturale dell’era attuale. Tutto ciò, tenendo sempre presente lo spirito religioso che anima la Varia e la fondamentale devozione verso la Madonna della Lettera.

Fonte: “l’Ora della Calabria” – 2013