Le corporazioni

Corporazioni di 'Mbuttaturi - Trasporto Varia

Le corporazioni di ‘Mbuttaturi durante il trasporto della Varia.

Le corporazioni di ‘Mbuttaturi di oggi sono eredi delle corporazioni degli antichi mestieri che un tempo erano l’espressione più autentica della città. Una storia che prosegue, dunque, nonostante il tempo abbia cancellato alcune di queste professioni e l’appartenenza nasca ora soprattutto per tradizione familiare o semplici legami di amicizia.

Cinque corporazioni, una sola forza. Il credo di ogni giorno, ma anche e soprattutto il segreto che muove la Varia. Perché sotto le stanghe del carro le distinzioni non esistono, i colori si sfumano, quello che conta è spingere. Tutti insieme e verso una sola direzione. La forza per devozione, è questa l’offerta dei ‘Mbuttaturi. Il significato profondo e spirituale che sta dietro oltre quattro secoli di storia.

La Varia si muove grazie alla spinta di circa 200 ‘Mbuttaturi. A piedi scalzi, stretti alle cinque travi fissate allo “Cippo” (la base del carro sacro), gli appartenenti alle corporazioni muovono un peso di 20 tonnellate, aiutati dai tanti che si uniscono al trasporto lungo le due corde che precedono la macchina.

Quella divisa bianca, con la fascia ai fianchi di colore cremisi e il fazzoletto al collo (blu per i Marinai, cremisi per gli Artigiani, giallo per i Carrettieri, arancio per i Bovari e verde per i Contadini) è una seconda pelle. È difficile spiegare l’emozione di una “scasata” (la partenza del carro), la fatica del trasporto. Il senso di appartenenza che nasce spontaneo e l’abbraccio e il sostegno prezioso anche di chi non è sotto le stanghe. La Varia è un sentimento che attraversa un’intera città.

Le corporazioni provano a portare avanti questi valori anche oltre la Varia. L’attività associativa impegna centinaia di ragazze e ragazzi in iniziative di promozione della festa, ma anche in progetti di solidarietà, recupero delle tradizioni e crescita della città.

Visita le sezioni dedicate alle corporazioni: Marinai – Artigiani – Carrettieri – BovariContadini.

Preghiera degli ‘Mbuttaturi – di Rocco Gambacorta

 

Santa Maria,
per Te tenderemo le braccia
e le gambe reggeranno lo sforzo…
Sotto la “Varia”,
cento e cento bianchi uomini,
saremo una mano,
sola e invincibile,
motore palpitante
della fede a te
Assunta in Cielo.
È un sogno
Che passerà tra voci acclamanti
Mentre il mondo gira
e cantano gli Angeli.
Il cuore vibrerà
E avrà un sussulto,
ma il ricordo vincerà la nostalgia
chiusa dentro il freddo marmo.
Tu Mamma Celeste
Fenderai l’aria
Nel Tuo fantastico volo verso l’infinito,
a Te Mater Dolorosa,
rimasta silente sulla Terra,
ci mostrerai i figli.
Quelli che verranno
Dopo di noi,
ancora per cento e cento anni,
quando l’inesorabile tempo avrà piegato
i nostri corpi.

Rocco Gambacorta – Agosto 2000

 

Preghiera degli ‘Mbuttaturi

 

O Maria, veglia propizia
sulla nostra vita.
Tu che sei l’aiuto dei cristiani,
ottieni dal Signore, padrone dei venti e dei cuori,
che sia lungi da noi ogni tempesta e ogni pericolo
per l’anima e per il corpo.
Ci accompagni in questo giorno dedicato all’Assunzione della Madonna
attraverso la tradizionale processione della Varia,
la Tua grazia, e mai si allontani dalla nostra mente
il pensiero della Tua presenza, dai nostri occhi l’immagine
della nostra famiglia, dei nostri cuori il desiderio di servirti.
La nostra Corporazione dei ……………….
Innalzi a Te, Vergine Maria, nostra Protettrice,
un inno di ringraziamento, preludio di quello che canteremo,
nella salvezza eterna. Amen