«Dobbiamo essere fieri di quello che abbiamo creato»

Travi Varia 201427/12/2014 – Il resoconto del presidente Santo Marturano al termine del mandato. L’associazione si prepara ad eleggere una nuova guida. Oggi, 27 dicembre, ore 19.00 nella sede di via Pizi, prima convocazione dell’assemblea ordinaria. Seconda convocazione domani, 28 dicembre, sempre alle ore 19.00.

Cari soci,

siamo giunti a fine anno e quindi alla scadenza del mio mandato. Era il 23 marzo quando dopo l’azzeramento del vecchio direttivo, i soci delle corporazioni avevano chiesto a me e ai nuovi rappresentanti il compito di dare nuova forma all’Associazione e di traghettarla al giorno più importante, quello della Varia. Se da un lato ciò mi permette di contribuire a completare quello che da Statuto, dall’altro mi consente di indirizzare un saluto a conclusione del mio impegno come Presidente. Questo vuole essere il resoconto dell’attività svolta dall’Associazione nel corso di questi nove mesi trascorsi, ben pochi avevano scommesso sulla ripresa della nostra Associazione, ma con la volontà e il buon senso di ognuno di noi ciò che sembrava impossibile si è realizzato compiutamente. Per questo motivo debbo ringraziare tutti voi soci che in questo cammino di crescita sociale avete speso energia, tempo e volontà.

Lungo questo percorso non sono mancate differenze e incomprensioni, ma l’educazione e la buona volontà hanno fatto superare gli ostacoli incontrati. Un ringraziamento particolare va ai miei compagni del direttivo, al Vicepresidente Pasquale Saffioti, al Segretario Nicotra Paolo, al Tesoriere Peppe Zagari, ai Rappresentanti Natalia Saffioti, Antonietta Silipigni, Salvatore Celi, Carlo Fotia, Vincenzo Albanese, Enzo Borgesi, Giovanni Frisina, Antonio Morgante, Fabio Campo, Saso Bracco, Enzo Angalò, Demetrio Trimboli, Gianluca Spampinato, che non hanno lesinato tempo ed energie per far funzionare al meglio l’Associazione proiettandola verso grandi traguardi. Abbiamo provveduto ad effettuare insieme un puntuale lavoro di controllo dei nostri conti, che ci ha portato ad assumere importanti decisioni di spesa come la Festa dell’Associazione, il ripristino della Fontana accanto la sede e il ripristino e la pulizia dei sentieri della Marinella. Non è mancato il riconoscimento al lavoro svolto della segreteria, tante volte poco “visibile”, ma sicuramente più puntuale di altre organizzazioni.

Oggi l’Associazione ‘Mbuttaturi è un punto di riferimento certo e presente, sia all’interno della Festa della Varia che nella nostra amata Palmi, destinata con l’impegno di tutti a traguardi ancor più luminosi. In questi mesi sono state fatte tante cose importanti, certamente più di quante pensavamo di poterne realizzare. Dobbiamo, dunque essere molto orgogliosi di quanto siamo riusciti a fare. Il mio obiettivo è stato sin dall’inizio quello di credere nelle potenzialità di ciascuno membro. Nel corso del mandato appena terminato il numero dei soci si è arricchito con nuovi iscritti arrivando a 495 soci, dimostrando che la condivisione degli scopi e delle finalità illustrate da ognuno di noi rappresentano il vero motore della nostra Associazione. Grazie a tutti noi è stato possibile far conoscere direttamente ad amici, parenti, colleghi, conoscenti le nostre finalità e si sono avuti interessanti riscontri in termini di adesioni. Ciò ci ha chiaramente indicato la strada che, passando attraverso il costante impegno e il sacrificio di ognuno a far conoscere l’Associazione ed i suoi scopi, ci consente di allargare sempre più la partecipazione ed il consenso, consapevoli che quanto più ampio sarà il coinvolgimento delle forze all’interno dell’Associazione tanta più forza avranno le nostre iniziative e proposte e tanto più forte sarà la voce a sostegno dell’interesse della nostra città.

Venendo all’attività svolta nell’anno trascorso ricordiamo la realizzazione e la messa in Varia 2014opera del nuovo sito internet e casella di posta dell’Associazione, www.mbuttaturidellavaria.it, e delle altre caselle di posta elettronica. Per questo è doveroso rivolgere un ringraziamento all’amico Stefano Calogero che si è impegnato nella realizzazione del sito. Ritornando alla nostra attività associativa occorre sottolineare come alcune Commissioni attive all’interno dell’Associazione siano state in questo anno davvero efficienti. Dai gruppi sono nate continuamente proposte operative e spunti di progettualità di grande interesse, grazie anche all’impegno dei coordinatori. Esempio ne è stata la Commissione Sport che, coordinata dall’amico Massimo Caruso, ha contribuito notevolmente alla realizzazione di buoni eventi: il Torneo delle cinque corporazioni, il cui ricavato è stato destinato al ripristino dei vecchi sentieri della Marinella, dall’esito magnifico e dove hanno lavorato tantissimi giovani straordinari; ricordo inoltre il Torneo di calcio Tennis, la Caccia al tesoro e i giochi in piazza delle cinque corporazioni. Ringrazio i ragazzi che con passione hanno permesso tali eventi, in particolare Giuseppe Pugliese, Oriana Bianchini, Andrea Fontana, Francesco Schipilliti, Francesco Amorso, Rocco Iannino, Roberto Deodato, Saverio Barbaro, Ferdinando Cananzi, Antonietta Silipigni, Riccardo Chiappalone.

Come dimenticare le mattinate trascorse nelle scuole grazie alla Commissione promozione e divulgazione della Varia presieduta dall’amico Eugenio Crea, che con immensa passione ed amore per le Nostre radici e la Nostra Storia secolare insieme a Lucia Piccolo, Salvatore Polimeni, Francesca Cipri, Andrea Iannino, Teresa Aquino, Nicola Scarfone, Sabrina Tracea, Francesco Saffioti, Giuseppe Ciappina e Antonello Scarfone hanno svolto un ottimo lavoro. Mi piace ricordare anche i grandi Gianluca Tripodi e Gabriele Barbaro, che hanno realizzato un intero video sulla Varia e hanno spiegato ai ragazzi il significato della festa e cosa significa essere ‘Mbuttaturi. Doveroso è un ringraziamento ai ragazzi della Commissione Religiosa Natalino Fortugno, Antonino Commisso, Marialuisa Lovecchio, Carlo Melissari, Giuseppe Ranieri che grazie ad eventi indimenticabili come il Ritiro e la grandissima partecipazione alle messe della Novena per la Madonna della Sacra Lettera, animate dalle corporazioni, ci hanno fatto sentire più vicini a Maria Nostra Madre Celeste, rendendo la Varia 2014 veramente emozionante e commovente. Brava la Corporazione dei Marinai che ha realizzato la presentazione del libro Ouitalos di Arcalgelo Badolati, miti e leggende dei marinai.

ripristino_marinellaPerdonatemi se in tutto ciò ho dimenticato qualcuno ma non ricordo il nome, ho volutamente fatto nome e cognomi perché ho ritenuto importante fare cosi perché per me sono stati una vera ricchezza. Non è stato facile conciliare lavoro, studio, impegni familiari con tutto il tempo che ha sempre richiesto l’Associazione… però sono certo che quando si crede in qualcosa, specie di ambizioso, bèh, si dona anima e corpo, piuttosto che rinunciare ad un sogno! Sì, proprio un sogno che noi abbiamo fatto, ma non ad occhi chiusi, perché quel sogno si è realizzato concretamente. E’ questo un momento importante in quanto costituisce un’occasione di riflessione sul nostro operato e sulla nostra attività.
E’ questo il momento per i primi consuntivi e per gettare una base importante per la prosecuzione ed il rilancio continuativo e permanente della nostra iniziativa. Ed ecco a Pasqua, il “Pranzo dell’amicizia” e la raccolta alimentare, l’adozione a distanza con il Gruppo India, il volontariato nelle carceri, le giornate ecologiche alla Marinella, la ristrutturazione e il ripristino della Fontana accanto la nostra sede con l’affissione dei nostri loghi, grazie a Rocco Viola.

È stato un susseguirsi di situazioni e di grandi emozioni che ci hanno portato fino al giorno della Varia, inaugurando un’estate ricca di appuntamenti anche religiosi come anticipato prima e che, voglio sottolineare, ha dimostrato un sentito avvicinamento alla Chiesa, dando un volto nuovo all’Associazione stessa. Le cinque feste delle corporazioni e la Grande festa dell’Associazione a Piazza Ammendola, sono state l’esempio di come l’Associazione abbia davvero funzionato, avendo coinvolto sempre l’intera cittadinanza. Un ringraziamento particolare lo meritano Salvatore Saffioti e Massimo Bagalà. Il Corso, poi, è stato interamente adornato con bandiere e stendardi che sono il segno di riconoscimento della nostra Associazione. Ci è stato riconosciuto dopo lo stralcio il nuovo protocollo d’intesa con il Comune di Palmi, consentendoci la piena gestione delle Travi e il ruolo di responsabili del traino e della scasata della Varia, che mai come quest’anno sono stati perfetti insieme a tutto ciò che ci ha visti protagonisti e responsabili dalla “Calata du Cippu” alla “consegna delle Travi”.
Questa è l’Associazione ‘Mbuttaturi di oggi! 495 persone che hanno imparato a conoscersi, a collaborare e a rispettarsi. Ma bisogna ancora crescere… Forse abbiamo dato fastidio a più di una persona, però vi assicuro che dobbiamo essere fieri di quello che abbiamo creato.

Questo in sintesi è l’insieme delle attività svolte durante questo primo anno. torneo_mbuttaturi_2014Consapevole di aver dimenticato o volutamente tralasciato tante altre piccole cose, spero che questa relazione abbia svolto il suo compito che è quello di mettere a conoscenza di quanto è stato fatto finora. Permettetemi ancora di fare un’ultima riflessione: le aspettative, i progetti, le idee devono crescere. Dobbiamo fare in modo che l’Associazione sia in grado di gestire al meglio tutte le opportunità. La realtà della nostra organizzazione è per certi versi ancora acerba, con qualche difficoltà operativa. Chi conosce l’Associazione e vi dedica il suo tempo sa che, dietro ai 495 soci, c’è uno “zoccolo duro”, che con grande passione e tenacia presta il suo contributo fondamentale attraverso la presenza e la partecipazione costante ai progetti. È fondamentale lavorare in tanti e tutti secondo un’unica direzione senza badare al bene della singola Corporazione, ma a quello dell’Associazione tutta, se di tale Associazione ci si sente parte fino in fondo.

Voglio quindi ancora ringraziare tutti i componenti del direttivo uscente e delle commissioni per il lavoro svolto, che ha garantito qualità e futuro all’immagine e all’attività dell’Associazione, che tutti i soci e le singole persone che hanno contribuito alla realizzazione delle varie iniziative nel corso di quest’anno. Sono sicuro che il rinnovo sostanziale della rappresentanza dell’Associazione consentirà alla stessa, di fruire di sensibilità, proposte e idee che integrino quelle fino ad oggi attuate. Non so se il mio lavoro sia stato all’altezza delle vostre aspettative, ma posso assicurarvi che non mi sono mai mancate la passione, la trasparenza e l’abnegazione. Grazie a chi ha creduto in me e a chi non ci ha creduto, a chi mi ha voluto bene e a chi no.  Spero di aver lasciato un buon ricordo e soprattutto di poter continuare a lavorare in futuro sulla scia delle esperienze finora vissute.
Grazie di cuore.

Santo Marturano